Spettacolo tra Kenya e Sudan, alla fine prevalgono i kenioti

Spettacolo tra Kenya e Sudan, alla fine prevalgono i kenioti

14 giugno 2018 1 Di Dario Lombardi

Partita vibrante ed emozioni a non finire, i due numeri nove decisivi più che mai nel 3-2 finale

La partita più divertente finora disputata nell’Africa Cup Torino è senza dubbio questa: Kenya e Sudan si sono affrontati dando vita ad un match in cui il risultato è stato in bilico fino all’ultimo secondo, visto che nessuna delle due squadre riusciva ad imporsi in modo netto sull’altra. Già dai primi minuti di gara si capiva che il match sarebbe stato spettacolare: ben due gol nei primi tre minuti di gioco. A rompere il ghiaccio ci pensa Buba, abile a metterci lo zampino nella mischia accesasi nell’area di rigore del Sudan.

Il vantaggio keniano dura poco, perché un minuto dopo Manneh mette a segno un pallonetto da fuori area che non lascia scampo a Konan. 1-1 e tutto da rifare. Entrambe cercano di attaccare e mettere in difficoltà i portieri, senza però riuscire ad andare in vantaggio. Chi va più vicino al gol è sicuramente Son, che al 20′ e al 21′ si vede respingere i suoi tiri prima dal portiere keniano e poi dal palo. C’è ancora tempo per un gol annullato a Manneh (fuorigioco di un metro) prima che l’arbitro mandi le squadre al riposo.

Nella ripresa è decisamente il Kenya la squadra che controlla di più la partita, ed è solo questione di minuti prima che Buba riporti in vantaggio la sua nazionale con un preciso diagonale alla destra dell’incolpevole Keita. Il Kenya spinge, ma nel suo momento migliore arriva la doccia fredda, e ancora una volta è opera di Manneh: la punta del Sudan irrompe in area di rigore e trafigge Konan, riportando le squadre in parità. A questo punto dell’incontro le energie cominciano a calare vistosamente, le squadre si allungano e il Kenya cerca di gestire il possesso palla, aspettando di dare il colpo del ko.

E chi ci può pensare se non Buba, ancora lui: è il 23′ minuto quando con una fantastica azione di contropiede segna la rete del 3-2 che riporta il Kenya in vantaggio. Gli ultimi minuti vivono di speranza sudanese e paura keniana, ma quando l’arbitro fischia la fine sono i keniani a fare festa, la nazionale del Sudan può comunque uscire a testa alta e ritentare nel prossimo match.

MAN OF THE MATCH KENYA: BUBA

La punta del Kenya è letale quando si tratta di andare alla conclusione in porta; mette a segno tre reti che consegnano i primi tre punti alla sua nazionale e regala una prestazione fatta di velocità, concretezza e una spietatezza degna dei migliori bomber.

MAN OF THE MATCH SUDAN: MANNEH

C’è da chiedersi cosa sarebbe del Sudan senza una punta così. Il numero nove fa reparto da solo e col suo fisico domina i contrasti aerei e mette in seria difficoltà gli avversari ogni volta che tocca palla. Un giocatore imprescindibile del quale sembra impossibile fare a meno.