Ecco la storia di un grande paladino della giustizia: Porro Zorro

Ecco la storia di un grande paladino della giustizia: Porro Zorro

C’era una volta, in una terra lontana lontana, un giovanissimo ma coraggioso spadaccino che desiderava con tutto se stesso, diventare un grande eroe.

La sua storia iniziò sotto un pallido sole di una fredda mattina di novembre.

Per festeggiare la sua nascita, le chitarre dei contadini suonavano con gioia musiche allegre e beneauguranti nonostante fossero tutti preoccupati per la carestia…

“Benvenuto piccolino, l’amore qua non manca”.

Nella sua infanzia, però, il bimbo vide come il suo nobile e gentile popolo contadino soffrisse il giogo di un terribile tiranno, il Sergente Batata, che opprimeva tutti costringendoli al pagamento di tasse troppo alte al punto che i guadagni dei raccolti neppure coprivano le richieste.

Così, Porro Zorro, crebbe con un profondo desiderio di difendere i più deboli e punire i prepotenti mettendo fine alle ingiustizie.

Negli anni, si diede un gran daffare ed imparò l’arte della spada ma, sopratutto, si esercitò nell’arte della gentilezza e della bontà, che, oltre al coraggio ed alla determinazione, sono le qualità essenziali dei veri eroi.

Un felice giorno, finalmente, un colpo di spada, due colpi, tre colpi… il segno di Porro Zorro ed il suo popolo liberato dal tiranno che, preso alle strette ed incalzato dai fendenti del nostro gran cavaliere, dovette fuggire velocemente.

Il paese, ora, poteva dormire tranquillo!

Non fu facile, è vero, ma alla fine il bene trionfa sempre, sopratutto quando c’e qualcuno che non ha paura di difenderlo con bravura.

Ma i grandi cavalieri non si fermano, e Porro Zorro, sempre seguendo la stella della giustizia, attraversando paesi e continenti, viaggiando per terra e per mare, si è lanciato ovunque i malvagi disturbavano i deboli.

La sua storia ed il suo coraggio, divenuti ormai leggendari, arrivarono anche a Re Mais che, mandandolo a chiamare, gli chiese di fermarsi a Verduropolis, in qualità di protettore del regno.

Stanco del continuo girovagare, Porro Zorro accettò di buon grado l’incarico e, ancor oggi, se una verdurina ha bisogno di lui ecco che entra in azione per punire chi osa disturbare la quiete del reame.

Quindi, attenti a voi malvagi perché in giro c’è il grande spadaccino Porro Zorro!!!